Blogging tips

23 gennaio 2009

Prada: la nuova collezione Primavera - Estate 2009



Care crocs, so che siamo ancora in uno dei mesi più freddi e tediosi dell'inverno e che in molte città piove o nevica, ma vorrei dirigere i vostri pensieri verso la stagione calda, dove sbocciano i fiori e non solo.

Per la prossima Primavera/Estate 2009 Prada propone abiti classici e tradizionali, ma con quel pizzico di gusto moderno. I colori sono sofisticati e tendono al neutrale.

Miuccia Prada dice che la campagna pubblicitaria è stata ispirata da "antichi bassorilievi e da un desiderio di tornare alla base, ad una dimensione emotiva e fisica tipica dell'arte classica"

La sensualità e la femminilità sono le vere protagoniste per la stagione calda. La casa di moda italiana sceglie delle belle bionde: Nimue Smit, Giedre Dukauskaite, Sigrid Agren, Toni Garrn, Katrin Thormann, Viktoriya Sasonkina e Ymre Stiekema e nelle foto sembrano quasi "spintonarsi" per riuscire a catturare meglio l'obiettivo!

Gli scatti, realizzati dal fotografo di moda Steven Meisel, hanno un sapore retro’, tradizionale, classico, ma si rivelano come sempre moderne e assolutamente contemporanee. La donna Prada che quest’inverno gioca a sedurre con pizzi e trasparenze imbocca adesso il nuovo sentiero della femminilità tracciato dalla stilista per la prossima stagione, all’insegna di una moda austera e caratterizzata da pochi colori (riconfermato il ruggine e poi ancora bianco, rosso scuro e rosa nudo); ma anche oro, quasi a smentire la “povertà” del mood generale, e nuovi dettagli con effetti ologramma stampati sui tessuti e inserti metallici. Il risultato? Una moda “fai da te” con abiti fluidi, gonne rimborsate, mantelline e t-shirt, tutto modellabile a piacere grazie ad un’anima di metallo contenuta nel cotone e all’abbondanza di laccetti che si presta all’interpretazione personale dei capi.

Parlando di Prada mi viene in mente una scena del celebre film "Il diavolo veste Prada" tra Niger e Andy:
"Minestra di mais… Scelta interessante. Lo sai, vero, che la cellulite è uno degli ingredienti principali della minestra di mais?". "E così qui le ragazze non mangiano niente?". "Non più, da quando la trentotto è diventata la nuova quaranta e la trentasei è diventata la nuova trentotto". "Hmm. Io porto la quarantadue". "Che è la nuova cinquantasei". "Hmm! Cavolo!". "Oh, che t'importa… sicuramente sarai piena di maglioncini misto acrilico nell'armadio dove hai preso quello". "Ok, trovi orrendi i miei vestiti… l'ho capito. Ma vedi, io non rimarrò per sempre nel campo della moda, perciò non vedo il motivo per cui devo cambiare tutto di me solo perché lavoro qui". "Sì, hai ragione. In fondo questa industria multimiliardaria gira intorno a questo, no? Alla bellezza interiore!".


Autore: Emanuela Iaquinta


Immagini: missmanu.style.it

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis