Blogging tips

7 marzo 2010

Frida Giannini creatore artistico di Gucci

Frida Giannini
Il talento unico e la visione moderna hanno caratterizzato l’ascesa di Frida Giannini come direttore creativo di una delle case di moda più rinomate al mondo.

Nata a Roma nel 1972, da padre architetto e madre professoressa di storia dell'arte, Frida Giannini studia stilismo presso l'Accademia di Costume e di Moda di Roma prima di muovere i primi passi in una piccola casa di moda pret-a-porter. Nel 1997, approda da Fendi, dove lavora per tre stagioni come stilista per il pret-a-porter, prima di essere nominata responsabile della pelletteria.

Nel settembre 2002, entra in Gucci come direttore stilistico della borsetteria. Due anni dopo, le viene assegnato un incarico creato appositamente per lei, direttore creativo per gli accessori: borse, scarpe, valigie, piccola pelletteria, seta, gioielleria, articoli da regalo, orologi e occhiali.

In questa nuova posizione, Frida dimostra il suo grande talento e dona una rinnovata e potente prospettiva alle collezioni di accessori Gucci.

Utilizzando gli archivi Gucci come punto di partenza, trasforma le classiche icone della casa - come la stampa dei foulard Flora e i motivi equestri - in creazioni innovative di grande successo.

Nel marzo 2005, alle sue responsabilità nel settore accessori, si aggiunge quella di direttore creativo del pret-a-porter donna di Gucci. Nel 2006, assume la responsabilità creativa per l’abbigliamento uomo, diventando così l’unico direttore creativo del marchio. Frida Giannini affronta questa notevole responsabilità con la sua abituale determinazione e abilità, stabilendo da subito la sua visione sul marchio. Intuito creativo, stile manageriale, sicurezza e capacità di prendere decisioni, un punto di vista femminile e decisamente italiano sono le doti che la contraddistinguono. 
La combinazione si rivela di grande successo come testimonia la sua grande capacità di disegnare collezioni che non solo influenzano le tendenze della moda di tutto il mondo e allo stesso tempo si dimostrano direzionali a livello commerciale.

Sotto la direzione di Frida Giannini nasce un nuovo “disegno” stilistico per Gucci, che celebra il passato inimitabile del marchio e la sua eccellenza nell'artigianalità di lusso, aggiungendo al contempo un tocco giovane, colorato e di giocosa stravaganza.

Frida Giannini ha acquisito un’autorevolezza creativa che supera la creazione delle collezioni. Infatti, ha personalmente sviluppato gli spazi architettonici e gli arredamenti per il concept dei nuovi punti vendita Gucci, già lanciato nelle principali città di tutto il mondo. E’ responsabile della direzione creativa di tutte le campagne pubblicitarie e ha lavorato con celebri registi come David Lynch e Chris Cunningham.

Frida Giannini ha inoltre rivestito un ruolo fondamentale nel portare celebrità di primo piano a collaborare con il marchio, scegliendo Drew Barrymore e Claire Danes per le campagne pubblicitarie della gioielleria, James Franco per i profumi e lavorando a stretto contatto con Madonna e Rihanna nell'ambito di iniziative per Raising Malawi e UNICEF.

Il suo profilo in costante evoluzione ha lasciato anche sempre maggior spazio alla responsabilità sociale. Frida è molto impegnata e ricopre un ruolo fondamentale nella continua collaborazione di Gucci con UNICEF, è stata anche nominata nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione PPR per la Dignità e i Diritti delle Donne, organizzazione che lotta contro la violenza sulle donne e ne promuove l’autodeterminazione.

La tenacia e la visione decisa di Frida Giannini hanno guidato con successo l'immagine di Gucci nel 21° secolo. Frida rappresenta una nuova voce nella moda, una voce che promuove un lusso più leggero per tempi moderni. Le sue creazioni innovative sono un'interpretazione molto personale di questa prestigioso marchio: Frida infatti, non solo fa emergere il meglio di Gucci, ma ne ha mantenuto assolutamente intatto il prezioso patrimonio. 

Via Gucci

ShareThis